Come si calcola il quinto dello stipendio e perché è importante
Articolo a cura di
Foto profilo di Redazione Tipresto
Redazione Tipresto
Pubblicato il: 19/07/2022
Tempo di lettura: 4 minuti
Condividi l'articolo

Come si calcola il quinto dello stipendio e perché è importante

La cessione del quinto è il finanziamento preferito dagli italiani, merito sia della rata fissa che della praticità caratteristica del meccanismo di rimborso. Ma anche del tasso fisso e della possibilità di ottenere importi oltre 30.000 euro senza garanzie ipotecarie né la firma di un garante. Prima di presentare domanda di finanziamento però è consigliabile analizzare l’impatto della rata. Ecco perché è importante capire come si calcola il quinto dello stipendio.

Sì, perché anche se all’apparenza potrebbe sembrare un’operazione banale, l’individuazione della quota cedibile dello stipendio non è da sottovalutare. Commettere un errore significa infatti correre il rischio di sottoscrivere un finanziamento che risulta insostenibile nel lungo periodo. Vediamo quindi quali sono le regole per calcolo quinto dello stipendio.

Sommario

Perché e come calcolare cessione del quinto quota cedibile

Come si calcola un quinto dello stipendio? La base di calcolo è lo stipendio netto percepito dal richiedente. Poiché la busta paga può variare leggermente di mese in mese, è consigliabile definire uno stipendio medio partendo dalla paga oraria percepita, che va moltiplicata per le ore di lavoro svolte ogni mese e ridotta del 27% (percentuale corrispondente alle ritenute fiscali e previdenziali). In alternativa, si può fare una media delle buste paga percepite nell’ultimo anno, a condizione chiaramente che il contratto di lavoro non abbia subito variazioni.

Una volta stimato lo stipendio netto mensile, è sufficiente dividerlo per 5. Si ottiene così un quinto dello stipendio calcolo approssimativo su cui basarsi per valutare la sostenibilità della rata. Un aspetto a cui molti non danno peso, perché la misura del 20% fissata per legge come limite per la rata è generalmente considerata gestibile sia nel medio che nel lungo periodo.

Tuttavia, anche una rata che sulla carta è sostenibile può diventare troppo pesante se il lavoratore si fa carico di una lunga lista di spese. Dall’affitto a un prestito auto, fino a bollette e spese condominiali: gli oneri che gravano sulla busta paga possono diventare davvero pesanti. Prima di presentare domanda di cessione del quinto dello stipendio, meglio ponderare con attenzione l’entità delle entrate e delle uscite mensili.

Trova adesso i migliori

esperti per il tuo Prestito!

Trova un Consulente

Simulazione quinto dello stipendio calcolo: servizi online e consulenza professionale

Per facilitare il calcolo del quinto dello stipendio ci sono simulatori online che consentono di stimare sia lo stipendio netto che la quota cedibile. In pochi click sui motori di ricerca si trovano portali che gratuitamente consentono di fare il calcolo della quota cedibile dello stipendio.

Basta fornire l’importo della busta paga e indicare alcuni dati relativi a contratto di lavoro e ruolo ricoperto. Il calcolatore presenta il quinto dello stipendio, ossia la quota cedibile. I dati risultanti da tali servizi sono però da considerare come puramente indicativi.

Solo un professionista del credito è in grado di effettuare un calcolo della quota cedibile davvero attendibile. Quindi quando si affronta l’argomento come calcolare il quinto dello stipendio con l’intenzione di richiedere effettivamente un finanziamento contro cessione del quinto, è importante scegliere un servizio professionale. Evitando di rivolgersi ad operatori del settore non qualificati o semplicemente optare per un calcolo gratuito ma non corrispondente alle reali possibilità del richiedente.

La ragione per cui è essenziale prestare la massima attenzione al calcolo quinto stipendio è che questo corrisponde alla rata massima ottenibile per il prestito, da cui dipende la somma erogabile. Partire da aspettative inesatte può facilmente portare il richiedente a presentare domanda per un finanziamento che non può ottenere, con il risultato di un rifiuto da parte della banca e una segnalazione nelle centrali di rischio finanziario per un periodo di 30 giorni.

Senza contare che i servizi di simulazione non tengono conto di variabili che incidono sulla quota cedibile. Un esempio? Per stimare il quinto dello stipendio per un prestito delega, eventuali trattenute in busta paga sono determinanti. Lo stesso vale per chi si domanda come si calcola il pignoramento del quinto dello stipendio, per cui esistono regole e limiti non sovrapponibili a quelli del calcolo quinto dello stipendio.

Vuoi chiedere una Cessione del Quinto?

Trova un Consulente

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Oeratori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.