Tempi e scadenze dell’erogazione mutuo per casa all’asta
Articolo a cura di
Foto profilo di Redazione Tipresto
Redazione Tipresto
Pubblicato il: 18/01/2022
Tempo di lettura: 3 minuti
Condividi l'articolo

Tempi e scadenze dell’erogazione mutuo per casa all’asta

Attivare un mutuo per un immobile all’asta è l’occasione per comprare la casa di residenza o la seconda casa con un risparmio significativo. Non sempre però questa strada è semplice da percorrere. Ci sono infatti diversi aspetti di cui tenere conto, primo su tutti quello relativo ai tempi di erogazione del mutuo per casa all’asta.

Sì, perché a differenza di quanto accade con i comuni finanziamenti, il mutuo per casa all’asta viene richiesto, approvato ed erogato in tempi piuttosto ridotti. A condizione chiaramente che il richiedente disponga di tutti i requisiti necessari alla concessione del finanziamento e che, al momento dell’asta, riesca ad ottenere l’immobile desiderato.

Solitamente infatti la banca che approva la richiesta di finanziamento rilascia prima un contratto preliminare. Questo stabilisce la stipula del finanziamento vero e proprio in seguito all’aggiudicazione della casa. Vale a dire che la concessione del mutuo avviene in due passaggi. E solo grazie alla convenzione stipulata dall’ABI con i tribunali italiani è possibile che tutto queste procedure si intreccino con i tempi per il versamento del capitale imposti dal Tribunale che gestisce l’asta.

Sommario

Tempi di erogazione per il mutuo casa all’asta: i limiti da rispettare

Quali sono i tempi di erogazione per il mutuo casa asta? La scadenza ultima per il versamento del saldo per l’acquisto della casa viene definita dalla normativa di riferimento. Generalmente il pagamento deve avvenire entro 120 giorni. In alcuni casi, però, il termine è di 60-90 giorni. Quindi prima di partecipare è consigliabile controllare con attenzione le disposizioni del Tribunale di competenza per l’asta, ed evidenziarle alla banca presso cui si attiva il finanziamento.

Tuttavia per partecipare all’asta serve anche un anticipo, da versare in contanti o tramite assegno circolare prima dell’inizio della gara. I termini da rispettare, anche in questo caso, dipendono dalle normative di riferimento, oltre che da quanto previsto nel bando.

La necessità di depositare la cauzione prima dell’asta è una delle molte ragioni che spinge chi intende acquistare casa all’attivazione di un mutuo. Avendo alle spalle la sicurezza di un finanziamento bancario, il concorrente ha maggiore libertà sia per quanto riguarda l’offerta che per gli eventuali rilanci.

È evidente che solo le banche che erogano mutui per case all’asta in convenzione sono in grado di unire questi vantaggi al rispetto le scadenze del bando d’asta. Ecco perché è fondamentale selezionare con cura la banca cui si intende rivolgersi, tenendo conto non solo delle condizioni economiche, ma anche della capacità dell’ente di credito di soddisfare le esigenze del cliente.

Hai trovato una casa all'asta ma i tempi stringono?

Non perdere l'occasione, affifdati ad un Esperto!

Trova un Consulente

Versamento mutuo per acquisto asta immobiliare: quando si ottiene il denaro

Per quanto riguarda nello specifico i termini tecnici necessari al trasferimento del denaro dalla banca al mutuatario che si è aggiudicato la casa all’asta, non esiste una regola. Solitamente si tratta di un’operazione veloce, che si conclude nell’arco di qualche giorno dalla sottoscrizione del contratto di mutuo. Quest’ultimo è infatti il passaggio fondamentale per attivare il finanziamento vero e proprio, in luogo del contratto preliminare sottoscritto al momento dell’approvazione della domanda di mutuo per casa all’asta.

Ci sono però banche che impiegano più tempo per il versamento del capitale. In alcuni casi il richiedente si trova a dover attendere anche qualche settimana prima di avere a disposizione la somma finanziata. In ogni caso, ricorrendo ad una banca che aderisce alla convenzione tra ABI e tribunali, le pratiche vengono gestite nel rispetto delle scadenze fissate dal bando. A meno di situazioni impreviste o problemi tecnici.

I tempi imposti dalle banche e i vincoli del bando d’asta sono solo due delle numerose ragioni per cui è consigliabile ricorrere all’assistenza di un operatore del credito. Un esperto del settore è la figura ideale per supportare il contribuente nella scelta del mutuo per casa all’asta che meglio soddisfa le sue esigenze. Senza contare che un professionista con anni di esperienza è capace di ridurre al minimo i tempi per la selezione e il reperimento dei documenti utili alla richiesta di finanziamento.

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Oeratori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.