Quando il mutuo seconda casa è detraibile e che vantaggi offre
Articolo a cura di
Foto profilo di Redazione Tipresto
Redazione Tipresto
Pubblicato il: 04/01/2022
Tempo di lettura: 3 minuti
Condividi l'articolo

Quando il mutuo seconda casa è detraibile e che vantaggi offre

Sono molte le ragioni per acquistare una seconda casa attivando un mutuo: dall’impiego del capitale per un investimento ad assicurare una casa ai figli. Lo svantaggio è che, a dispetto di quanto accade con il mutuo prima casa, non sono previste particolari agevolazioni. Tuttavia ci sono casi in cui il mutuo seconda casa è detraibile, un’occasione di risparmio da non sottovalutare perché consente di tagliare nettamente i costi degli interessi.

Sommario

Quando è prevista la detrazione mutuo seconda casa per gli interessi passivi

Il mutuo seconda casa è detraibile solo per quanto riguarda gli interessi passivi. Opportunità riservata a chi rientra in specifiche casistiche. Sì, perché normalmente il mutuo per la seconda casa non prevede alcuna forma di agevolazione in questo senso.

Qualora però la casa per cui si richiede il finanziamento abbia le caratteristiche per essere considerata come abitazione principale al momento della stipula, e poi diventi una seconda casa, si può godere delle detrazioni fiscali. In particolare, queste sono riconosciute per chi trasforma la prima casa in seconda casa per una delle seguenti cause.

  • Un trasferimento dettato da ragioni lavorative.
  • Un ricovero in una casa di cura.
  • Inizio dell’attività in servizio permanente nelle Forze armate.

In questi specifici scenari, è prevista la detrazione interessi mutuo seconda casa nella stessa misura per cui spetta ai mutuatari che attivano un finanziamento per la prima casa. Vale a dire in una percentuale del 19%, che si applica sia agli interessi passivi del mutuo per l’acquisto che per quello volto alla ristrutturazione della casa. Fermo restando un limite per la detrazione di 4.000 euro.

Tutte le situazioni che non rientrano in quelle sopra descritte non prevedono alcuna detrazione per il mutuo seconda casa: né per gli interessi, né per spese accessorie o altri oneri. Questa rappresenta infatti un’eccezione alla regola, in cui il mutuo seconda casa viene trattato come un finanziamento destinato all’immobile principale, in virtù di particolari situazioni indipendenti dalla volontà del richiedente.

Vuoi chiedere un Mutuo seconda casa?

Affidati senza impegno ad un Esperto di zona 

Trova un Consulente

Cosa considerare oltre alla detrazione mutuo seconda casa per ridurre i costi dell’acquisto

Abbiamo chiarito quando il mutuo seconda casa è detraibile, ma ci sono altre soluzioni che consentono di ridurre l’impatto dell’acquisto dell’immobile. In particolare, esistono agevolazioni mutui seconda casa legate strettamente all’abitazione oggetto del finanziamento.

Ad esempio, se l’unità immobiliare necessita di lavori di manutenzione conviene richiedere direttamente un mutuo per acquisto e ristrutturazione. In questo modo si potranno ottenere tutte le detrazioni fiscali spettanti per gli interventi di riqualificazione energetica e ammodernamento della casa. L’aliquota applicata per la detrazione di questo genere di lavori è solitamente del 50% (con un limite di 96.000 euro), ma ci sono anche bonus fiscali che consentono di aumentare la quota. Utilizzando il Superbonus introdotto nel 2020 si arriva persino al 110%.

Trattandosi di questioni particolarmente spinose, le agevolazioni fiscali e la possibilità di portare in detrazione mutuo seconda casa le spese sostenute andrebbero discusse con un consulente del credito prima di presentare qualsiasi domanda. 

Affidandosi ad un esperto il consumatore ha la sicurezza di un supporto affidabile e qualificato. Senza contare che un professionista operativo da anni nel settore è una risorsa insostituibile per la selezione del mutuo migliore, ovvero quello più adatto alle esigenze del richiedente.

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Oeratori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.