Tutto quello che c’è da sapere sul mutuo liquidità senza ipoteca
Articolo a cura di
Foto profilo di Redazione Tipresto
Redazione Tipresto
Pubblicato il: 18/01/2022
Tempo di lettura: 4 minuti
Condividi l'articolo

Tutto quello che c’è da sapere sul mutuo liquidità senza ipoteca

La necessità di ottenere nuova liquidità per affrontare spese impreviste o realizzare progetti troppo a lungo rimandati riguarda sempre più contribuenti. Complici gli inaspettati cambiamenti che hanno interessato la società negli ultimi anni. E se per qualche migliaio di euro, fino a un massimo di 10-20 mila, è possibile richiedere un prestito personale, quando si tratta di cifre più importanti è inevitabile l’attivazione di un mutuo. Finanziamento che, a dispetto di quanto si tende a pensare, può essere attivato anche senza una garanzia ipotecaria, ossia in forma di mutuo liquidità senza ipoteca.

Cos’è un mutuo per liquidità senza ipoteca? Si tratta di una forma di finanziamento che consente di ottenere somme nettamente più alte di quelle accessibili con i prestiti personali, evitando però la garanzia ipotecaria tipica del mutuo. Una formula ibrida accessibile a privati e aziende, che permette di affrontare spese anche ingenti senza il bisogno di ipotecare la casa di residenza o, più in generale, un immobile di proprietà.

Sommario

Cosa sapere sul mutuo senza ipoteca: importo, durata e tasso

Generalmente identificato come mutuo chirografario, il mutuo liquidità senza ipoteca consente di ottenere importi più alti di quelli accessibili con un prestito personale, ma non raggiunge le soglie massime toccate dai finanziamenti con garanzia ipotecaria. In linea di massima non si superano i 70-80 mila euro, da rimborsare in 10-15 anni, ma l’importo erogabile viene definito dalla banca in funzione delle garanzie offerte dal richiedente.

In altre parole, più è considerato affidabile il mutuatario, maggiore è la somma che la banca è disposta a concedere. Sullo stesso criterio sono tarati i tassi di interesse, che comunque sono sempre più alti di quelli applicati ai mutui ipotecari. La ragione è semplice: l’attivazione di un’ipoteca su un immobile di proprietà è considerata dalla banca una forma di garanzia più solida rispetto alle alternative considerate per il mutuo senza ipoteca.

Ma quali sono esattamente le garanzie da presentare? Come per ogni altro finanziamento sono richiesti una posizione lavorativa stabile e un reddito dimostrabile sufficiente a rimborsare le rate periodiche senza un eccessivo indebitamento del beneficiario. È comune che l’istituto di credito richieda anche la presenza di un garante, ossia un coobbligato che si impegna al pagamento delle rate qualora il beneficiario del mutuo non possa farvi fronte.

La presentazione del garante non è da sottovalutare, perché scegliere quello sbagliato equivale a vedersi rifiutare l’istanza di mutuo liquidità senza ipoteca. Come il mutuatario, questa figura è chiamata a dimostrare un reddito costante e adeguato al rimborso del mutuo. Non solo: entrambi i soggetti devono avere necessariamente un profilo creditizio impeccabile. Come regola generale infatti banche e società finanziarie non accordano mutui a chi è segnalato come cattivo pagatore, protestato o pignorato. 

Talvolta, come garanzia aggiuntiva al reddito è sufficiente la presenza di prodotti finanziari o assicurativi presso la banca che eroga il mutuo. 

Se cerchi un Mutuo Liquidità,

affidati ad un Esperto!

Trova un Consulente

Pro e contro del mutuo senza ipoteca sulla casa

Quando si tratta di valutare il mutuo liquidità senza ipoteca, gli aspetti da considerare sono molti e per raggiungere una decisione definitiva è necessario condurre un’analisi approfondita, meglio se con il supporto di un operatore del credito. 

In ogni caso, uno dei principali vantaggi del mutuo senza ipoteca è la possibilità di ottenere somme piuttosto elevate senza ricorrere all’ipoteca dei beni di proprietà. Da ciò deriva anche l’assenza di costi tipicamente associati ai mutui, come quelli notarili e di perizia. 

Sempre restando nell’ambito dei vantaggi, un piano di ammortamento che può arrivare a 10-15 anni consente l’applicazione di una rata più sostenibile rispetto ad un prestito personale. Quanto ai tempi di erogazione e lavorazione della pratica, sono più veloci di quelli di un mutuo ipotecario. Ma risultano comunque più estesi rispetto a quelli di un prestito.

I tassi di interesse più alti dei mutui tradizionali sono da considerare come uno svantaggio, sebbene risultino generalmente comparabili con quelli dei prestiti personali. In ogni caso, la convenienza dei mutui senza ipoteca dipende dal profilo del richiedente. Le variabili sono molte e a seconda delle necessità del mutuatario il finanziamento può risultare più o meno vantaggioso. Senza contare che banche e società finanziarie presentano offerte diverse.

Fare la scelta giusta diventa più semplice con l’aiuto di un consulente del credito, un professionista che mette a disposizione del richiedente anni di esperienza nel settore dei mutui, guidandolo nella selezione del mutuo liquidità senza ipoteca che meglio si adatta alle sue specifiche esigenze. 

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Oeratori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.