Come funziona l’anticipo TFS statali cattivi pagatori e chi lo concede
Articolo a cura di
Foto profilo di Redazione Tipresto
Redazione Tipresto
Pubblicato il: 06/04/2022
Tempo di lettura: 3 minuti
Condividi l'articolo

Come funziona l’anticipo TFS statali cattivi pagatori e chi lo concede

Il versamento del TFR al termine dell’attività lavorativa è un processo scontato per i lavoratori del settore privato, ma le cose stanno diversamente per chi opera nel mondo pubblico. I dipendenti di Ministeri e Pubbliche Amministrazioni si trovano infatti a dover attendere anni per ottenere le prime tranche di Trattamento di Fine Servizio, e per chi ha necessità di liquidità in tempi brevi, c’è l’alternativa del prestito di anticipo TFS statali.

Quest’ultima soluzione, estremamente apprezzata per la possibilità di ottenere anche il 100% dell’indennità, presenta però delle limitazioni importanti. Oltre a dover scegliere tra ottenere l’intera indennità o vedersi applicare un tasso agevolato, il lavoratore pubblico che accede alla pensione rischia di vedersi rigettata la domanda se è stato segnalato come cattivo pagatore per un passato finanziamento.

È il caso di quanti hanno avuto difficoltà a rimborsare regolarmente le rate di ammortamento di prestiti e mutui. Questi soggetti infatti vengono registrati come persone inaffidabili all’interno dei database delle centrali per il rischio creditizio CRIF e SIC. E il nominativo resta in memoria per molto tempo anche dopo che si è regolarizzata la propria posizione debitoria. Il termine massimo per la conservazione dei dati nei database (regolarmente consultati da banche e società finanziarie) è fissato a 36 mesi.

Sommario

Anticipo del TFS a cattivi pagatori?

Chiedi come ottenerlo.

Trova un Consulente

Come funziona l’anticipazione TFS statali cattivi pagatori e quando viene concessa

La prima cosa da chiarire quando si parla di anticipo TFS statali per cattivi pagatori è che esistono due tipologie di anticipazione:

  • anticipo dell’indennità a tasso di interesse ordinario, senza limiti di importo;
  • anticipo TFS statali fino a 45 mila euro a tasso di interesse agevolato.

L’anticipo TFS dipendenti pubblici a tasso di interesse agevolato è garantito dallo Stato tramite un apposito fondo. La normativa che regola la concessione della garanzia impone al beneficiario l’assenza di segnalazioni negative in termini creditizi. Di conseguenza, l’anticipazione con tasso di interesse agevolato resta inaccessibile a chi ha avuto problemi con i passati prestiti e risulta segnalato nelle centrali di rischio finanziario.

Quanti si riconoscono in questo profilo e desiderano ottenere l’anticipo TFS statali hanno quindi una sola opzione: il prestito di anticipazione con tasso di interesse ordinario. Si tratta di una soluzione che inevitabilmente prevede un TAN maggiore rispetto a quello che si otterrebbe con il prestito agevolato, ma non per questo necessariamente svantaggiosa. Anzi, presenta diversi vantaggi.

L’anticipo TFS a tasso ordinario permette di ottenere l’intera indennità maturata. Non ci sono quindi ulteriori termini da attendere per l’erogazione di un’eventuale seconda tranche del Trattamento di Fine Servizio. Quanto al tasso applicato, varia da banca a banca e, analizzando con attenzione il mercato, si possono trovare offerte estremamente vantaggiose. Vale la pena quindi consultare un consulente del credito per individuare insieme l’offerta di prestito più adatta alle proprie esigenze.

Se però il pensionato segnalato non intende rinunciare al tasso agevolato, la scelta migliore è presentare una visura ai sistemi di informazioni creditizie competenti per le segnalazioni come cattivo pagatore. In questo modo sarà possibile conoscere i dettagli della segnalazione e valutare con il consulente se attenderne la scadenza per presentare la domanda di anticipo con garanzia statale.

Chiedi ora l'Anticipo del TFS!

Trova un Consulente

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Oeratori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.