Agevolazioni per mutuo ristrutturazione casa: ecco quando spettano
Articolo a cura di
Foto profilo di Redazione Tipresto
Redazione Tipresto
Pubblicato il: 05/01/2022
Tempo di lettura: 3 minuti
Condividi l'articolo

Agevolazioni per mutuo ristrutturazione casa: ecco quando spettano

Dalla conservazione del valore dell’unità immobiliare alla creazione di un ambiente più confortevole, sono molte le ragioni che spingono alla sottoscrizione di un mutuo ristrutturazione casa. Un finanziamento che diventa ancor più vantaggioso se si considerano le agevolazioni fiscali collegate.

Sì, perché chi ristruttura casa può ottenere delle detrazioni, a condizione chiaramente di rispettare condizioni e requisiti previsti dalla normativa. Le agevolazioni sono previste sia per gli interventi che per gli interessi applicati al mutuo per ristrutturazione.

Sommario

Detrazioni fiscali per mutuo ristrutturazione prima casa

Il primo aspetto di cui tenere conto quando si parla di agevolazioni per il mutuo ristrutturazione casa è quello delle detrazioni sulle spese sostenute dal richiedente. Un’opzione riservata a chi ristruttura la casa di residenza o comunque destinata a diventare l’abitazione principale del mutuatario e della sua famiglia.

Stando a quanto previsto dalla normativa, infatti, chi sostiene opere per la ristrutturazione della casa può portare in detrazione la metà delle spese legate alla manutenzione ordinaria, straordinaria o alla ristrutturazione edilizia. Detrazioni ammesse per un tetto massimo di 96 mila euro.

Naturalmente è fondamentale che tutte le spese sostenute dal contribuente siano documentate, altrimenti non è possibile ottenere le detrazioni effettivamente spettanti. A tal proposito, è indispensabile la presentazione dei seguenti documenti.

  • Il contratto di mutuo per ristrutturazione.
  • Quietanze di pagamento relative agli interessi passivi per cui si intende richiedere la detrazione.
  • Fatture e altri documenti che attestano le spese sostenute per le opere di manutenzione.
  • Documentazione rilasciata dall’amministrazione di competenza, attestante l’approvazione del Comune in merito ai lavori di ristrutturazione.

Chi intende però usufruire di speciali bonus temporanei, per una detrazione in misura superiore al 50% delle spese di ristrutturazione, deve attenersi ai requisiti imposti dalle normative. Nonché produrre eventuale documentazione aggiuntiva. Valutazioni che andrebbero sempre fatte con il supporto di un consulente del credito specializzato in questo genere di finanziamenti. Solo con un professionista si ha la certezza di trovare velocemente il finanziamento perfetto per le proprie esigenze.

Vuoi chiedere un Mutuo per ristrutturazione?

Fatti guidare da un Esperto di Mutui!

Trova un Consulente

Come funziona la detrazione degli interessi nel mutuo per ristrutturazione

La detrazione fiscale delle spese per la ristrutturazione è però solo una delle agevolazioni previste per il mutuo per ristrutturazione casa. Chi ottiene un finanziamento di questo genere per opere legate all’abitazione principale può detrarre gli interessi passivi in una misura del 19%, per una soglia massima di 2.582,25 euro l’anno.

Il mutuo ristrutturazione casa consente la detrazione fiscale degli interessi per tutti gli anni di imposta in cui si corrispondono interessi passivi. Sempre con lo stesso tetto massimo annuale.

I beneficiari del mutuo ristrutturazione prima casa hanno diritto poi all’agevolazione relativa all’imposta sostitutiva. Una possibilità di risparmio riservata a chi interviene sulla prima casa. Di cosa si tratta nello specifico? Dell’applicazione di un’aliquota dello 0,25% invece di quella ordinaria, fissata al 2%.

È importante però chiarire che la detrazione degli interessi passivi in questo caso è prevista solo per la quota di capitale utilizzata per la ristrutturazione della casa. Quindi nell’ipotesi di un mutuo per acquisto e ristrutturazione prima casa, è importante documentare tutte le spese e conservare fatture, note di spesa e ogni altro documento utile. 

Va ricordato inoltre che le detrazioni degli interessi passivi, come anche l’applicazione dell’aliquota ridotta, riguarda esclusivamente i mutui finalizzati al miglioramento della prima casa. Le seconde case e, in generale, tutti gli immobili che non dispongono delle caratteristiche per essere considerate prima casa non consentono di avvantaggiarsi di queste agevolazioni.

Non solo. Ci sono situazioni in cui non è possibile ricorrere ai benefici legati al mutuo ristrutturazione casa. In particolare ci sono dei limiti temporali da rispettare: gli interessi passivi possono essere detratti solo se il finanziamento è attivato nel semestre antecedente all’inizio delle attività di ristrutturazione. Oppure nell’arco di 18 mesi successivi all’avvio dei lavori.

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Oeratori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.