mutui e prestiti
Pubblicato il: 17 maggio, 2023
Tempo di lettura: 3 minuti
1021 visualizzazioni
Condividi l'articolo

Allarme debiti: mutui e prestiti mettono in difficoltà il 50% delle famiglie italiane

La metà delle famiglie italiane ha incontrato difficoltà nel rimborso di mutui e prestiti negli ultimi 12 mesi. È quanto emerge dall’osservatorio SalvaLaTuaCasa che la debt agency Esdebitami Retake ha commissionato a Nomisma, società specializzata in ricerche di mercato.

È di circa il 37% la quota di famiglie italiane che nello scorso anno è riuscita a pagare le rate del mutuo in corso solo a fronte di sacrifici e tagli ad altre voci di spesa. Lo stesso trend si registra nei prestiti personali e finalizzati, che arrivano a mettere in difficoltà ben il 39% dei debitori.

Molto alta invece l’incidenza di ritardi nel pagamento delle rate. Il 10% dei titolari di mutui e il 13% dei titolari di prestiti ha dovuto far fronte a molte difficoltà per onorare i propri debiti nel 2022. E nel 2% dei casi gli italiani con in corso un mutuo hanno accumulato ritardi nel pagamento delle rate periodiche e sono ancora in ritardo rispetto al regolare rimborso. Un ulteriore 1% dei mutuatari invece ha accumulato ritardi ma è riuscita a saldare tutte le rate in scadenza finora.

I ritardi non ancora recuperati nei pagamenti dei prestiti personali riguardano l’1% del campione preso in esame dal report di Esdebitami Retake. Ma cresce la quota di famiglie che hanno pagato le rate oltre il termine massimo: il 3%.

 La diversa incidenza di ritardi nel pagamento di mutui e prestiti potrebbe essere dovuta ad una durata del piano di ammortamento inevitabilmente più estesa dei finanziamenti con garanzia ipotecaria. Ma anche ad una diversa percezione dell’impegno assunto. Tipicamente, infatti, il mutuo è considerato il finanziamento per eccellenza. Non a caso, gli italiani sono disposti ad indebitarsi a lungo termine soprattutto per l’acquisto della casa.

Sommario

Vuoi consolidare i tuoi prestiti

con una Cessione del Quinto?

Trova un Consulente

Le prospettive per chi ha in corso prestiti e mutui nel 2023

Lo scenario economico italiano sembra destinato a migliorare progressivamente nel 2023, quindi chi ha in corso mutui e prestiti personali non dovrebbe incontrare maggiori difficoltà rispetto al 2022. Tuttavia, il morale non è alto tra i consumatori. Il 35% degli intervistati da Esdebitami Retake si aspetta una situazione economica in peggioramento nei prossimi mesi. Il 21% prevede di trovarsi in difficoltà con le rate e il 3% è certo che non riuscirà a ripagarle.

Nel complesso però il quadro non è incoraggiante. Perché se da un lato è indiscutibile che gli eventi inaspettati del 2022 hanno messo a dura prova le finanze di moltissime famiglie italiane, dall’altro è necessario fare una riflessione più profonda. Viene infatti da chiedersi se al momento della sottoscrizione dei finanziamenti le famiglie che hanno accumulato ritardi nei pagamenti abbiano valutato la scelta contando su un supporto professionale.

Spesso purtroppo decisioni di questo genere vengono prese in autonomia, senza indagare fino in fondo sulla sostenibilità di mutui e prestiti. Una scelta chiaramente sconsigliata, perché solo un professionista qualificato è in grado di aiutare il consumatore nella scelta del prodotto di credito più adatto alle sue necessità. Valutando sia il bisogno di nuova liquidità, sia la capacità di rimborso a breve e lungo termine.

Sì, perché risultare insolventi agli occhi di una banca o di una società finanziaria è sconveniente per il consumatore. Quest’ultimo oltre a dover far fronte ai costi dovuti a interessi di mora e penali, si trova infatti segnalato come cattivo pagatore per un periodo che può arrivare fino a 3 anni dal momento dell’estinzione del debito. Con la conseguenza che fin quando la segnalazione è in atto, l’accesso al credito è molto difficile e in alcuni casi impossibile. Meglio quindi intervenire tempestivamente, magari rinegoziando il finanziamento con la banca erogatrice.

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Operatori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.