finanziamento Inps
Pubblicato il: 17 maggio, 2023
Tempo di lettura: 2 minuti
380 visualizzazioni
Condividi l'articolo

Finanziamento Inps per anticipo TFS TFR: come funziona il pagamento degli interessi

È di poche settimane fa la notizia che l’Inps offre ai lavoratori pubblici che accedono alla pensione la possibilità di ottenere in anticipo le somme maturate a titolo di TFS o TFR con un apposito finanziamento Inps. Evitando quindi di aspettare i tempi tecnici per l’erogazione, che portano ad anni di attesa, e offrendo un’alternativa all’anticipo TFS. Quest’ultimo è una forma di prestito bancario senza rimborso che consente di ottenere l’intera indennità o una quota di essa (massimo 45.000 euro) a tasso ordinario nel primo caso, a tasso agevolato nel secondo.

E se ancora non è chiaro quale sarà la convenienza del nuovo prestito Inps, le procedure vengono progressivamente spiegate dall’ente previdenziale. In questo approfondimento vediamo il meccanismo che viene applicato, da febbraio 2023, per il pagamento degli interessi a carico dei pensionati che sceglieranno questa opzione.

Sommario

Vuoi chiedere l'Anticipo del TFS?

Trova un Consulente

Prestiti Inps dipendenti pubblici per anticipo TFS TFR: ecco come si paga l’interesse applicato

Essendo un prestito a tutti gli effetti, il nuovo finanziamento Inps prevede una quota di interessi che viene caricata sul cliente. Ruolo che in questo caso è ricoperto dal pensionato che sceglie di farsi liquidare il trattamento maturato con tempi più veloci rispetto a quelli di rito.

Al suddetto pensionato viene applicato un tasso di interesse dell’1%. A cui si aggiungono le spese di gestione del prestito stesso. Complessivamente quindi il consumatore si vede decurtare l’1,50% del trattamento maturato e riconosciuto dall’ente previdenziale.

Come viene pagata questa somma? Il prestito Inps per l’anticipo del TFS TFR ricalca le logiche dell’anticipo TFS concesso da banche e società finanziarie. Vale a dire che non prevede un piano di ammortamento per il beneficiario, ma una decurtazione alla fonte. L’indennità è perciò erogata direttamente al netto di tali costi. Fermo restando che le pratiche saranno gestite fino ad esaurimento fondi. Non vi è quindi certezza per il pensionato di rientrare in questa misura.

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Operatori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.