cessione quinto pensione Inps
Pubblicato il: 17 marzo, 2023
Tempo di lettura: 4 minuti
2478 visualizzazioni
Condividi l'articolo

Tassi cessione quinto pensione Inps: le nuove soglie annunciate dall’ente

Cambiano gli scenari nel mondo della cessione del quinto della pensione. Con l’ultimo aggiornamento dei tassi cessione quinto pensione Inps, le condizioni diventano più vicine a quelli che sono i tassi di mercato applicati ai prestiti personali.

A cosa si deve questa variazione? Alla variazione dei tassi soglia stabiliti dall’Inps per il quarto trimestre del 2022, ovvero dal primo ottobre al 31 dicembre. I nuovi valori sono stati resi noti dall’ente di previdenza con il relativo messaggio, pubblicato il 30 settembre 2022. Cosa devono aspettarsi quindi i pensionati alla ricerca di un finanziamento con cui far fronte a spese di varia natura? La cessione del quinto pensionati è ancora un prodotto conveniente? Vediamolo insieme nei prossimi paragrafi.

Sommario

Vuoi chiedere una Cessione del Quinto?

Trova un Consulente

I nuovi tassi medi 2022 per la cessione quinto pensione

Con il messaggio n° 3571 del 30 settembre 2022 l’Inps rileva i tassi effettivi globali medi (TEGM) da adottare nell’ultimo trimestre dell’anno sulla base delle rilevazioni della Banca d’Italia, imponendo inoltre nuove soglie per:

  • Tassi d’usura cessione del quinto pensione;
  • Tassi soglia (TAEG) per la cessione quinto pensione Inps in base all’età del pensionato e alla somma da corrispondere con la decurtazione del quinto della pensione.

L’aggiornamento dei tassi cessione quinto pensione Inps è subordinato alla pubblicazione del decreto n. 78065 del Ministero dell’Economia, datato al 27 settembre 2022. Con questo decreto, il Ministero evidenzia i TEGM applicati dalle banche e fornisce i dati necessari all’Inps per la determinazione dei tassi di riferimento per l’ultimo quadrimestre dell’anno.

I nuovi tassi cessione del quinto sulla pensione sono i seguenti:

  • Per i prestiti di importo pari o inferiore a 15.000 euro, il tasso medio di riferimento (TEGM) è del 11,42%, mentre la soglia di usura si attesta al 18,2750%.
  • Per i finanziamenti superiori a 15.000 euro, il tasso medio è di 7,57%, mentre il tasso d’usura è del 13,4625%

Sebbene si registri un aumento notevole dei tassi di interesse applicati, la cessione del quinto si conferma ancora come un finanziamento vantaggioso per i pensionati. Non solo perché permette di ottenere somme più alte e di accedere al credito con maggiore facilità, ma anche per la tendenza dei tassi.

Sì, perché il trend di rialzo dei TAEG e TEGM applicati alla cessione del quinto, si riscontra anche su quelli dei prestiti personali. È frequente infatti che queste due soluzioni presentino tassi pressoché identici, con la differenza sostanziale che nel costo complessivo della cessione del quinto è inclusa la polizza assicurativa obbligatoria contro il rischio vita.

Ecco perché prima di fare una scelta definitiva è consigliabile valutare varie offerte con un consulente del credito.

Vuoi chiedere una Cessione del Quinto?

Trova un Consulente

Soglie massime TAEG cessione del quinto pensionati per età e importo finanziato

I TAEG limite per la cessione del quinto pensionati invece sono definiti dall’Inps e applicati ai finanziamenti erogati da banche e finanziarie in convenzione con l’Inps. Questi sono stabiliti sia per classe di età che per importo richiesto, con attività di controllo nei confronti degli enti di credito che hanno aderito alla convenzione. Non sono infatti autorizzate operazioni che superano i suddetti tassi di interesse.

  • Per i pensionati fino a 59 anni, se il finanziamento arriva fino a 15.000 euro il TAEG massimo ammesso è dell’8,49%, se supera tale soglia il tasso massimo ammesso è del 6,45%.
  • Ai pensionati con età tra 60 e 64 anni si applica un TAEG massimo del 9,29% per i prestiti fino a 15.000 euro, superata tale soglia il tasso massimo applicabile è del 7,25%.
  • Per i pensionati con età tra 65 e 69 anni, il TAEG massimo è del 10,09% nel caso di finanziamenti fino a 15.000 euro, scende all’8,05% quando l’importo richiesto supera i 15.000 euro.
  • I pensionati che hanno un’età compresa tra 70 e 74 anni invece si vedranno applicare un tasso massimo del 10,79% per i finanziamenti fino a 15.000 euro, un TAEG massimo dell’8,75% per quelli che superano tale soglia.
  • Banche e finanziarie che concedono prestiti cessione quinto pensione Inps a pensionati con età tra i 75 e 79 anni potranno applicare TAEG massimi dell’11,59% per i finanziamenti fino a 15.000 euro, del 9,55% per quelli che superano tale soglia.
  • Ai pensionati con età maggiore di 79 anni, il TAEG massimo applicabile è del 18,27% se l’importo del finanziamento non supera i 15.000 euro, del 13,46% per i prestiti che vanno oltre tale somma.

In ogni caso, tali limiti sono da considerare tenendo conto dell’età del pensionato alla data prevista per la scadenza del piano di ammortamento.

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Operatori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.