Prestito pluriennale Inps acquisto auto: tasso, documenti e domanda
Articolo a cura di
Foto profilo di Redazione Tipresto
Redazione Tipresto
Pubblicato il: 23/05/2022
Tempo di lettura: 4 minuti
Condividi l'articolo

Prestito pluriennale Inps acquisto auto: tasso, documenti e domanda

Parte integrante della proposta di prestiti diretti della Gestione ex Inpdap, i prestiti pluriennali Inps sono linee di credito su cessione del quinto dello stipendio rivolte ai pensionati e dipendenti pubblici iscritti ad un apposito Fondo Credito. A differenza delle comuni cessioni quinto, sono concessi solo a fronte di specifiche necessità identificate dal Regolamento Inps ex Inpdap prestiti pluriennali. Un quadro in cui si inserisce il prestito pluriennale Inps acquisto auto. Ma come funziona questo prodotto? È davvero vantaggioso?

Sommario

Tasso e importi Inps prestito pluriennale per l’acquisto dell’auto

Il prestito pluriennale Inps acquisto auto altro non è che una delle molteplici declinazioni del prestito pluriennale Inps. Una forma di cessione del quinto a condizioni agevolate erogata dall’Inps attraverso il Fondo Credito GDP, ossia la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

A beneficiarne sono esclusivamente i pensionati e i dipendenti pubblici in attività di servizio e con retribuzione fissa e continuativa. A condizione però che al momento della domanda rispettino tutti i seguenti requisiti.

  • Almeno quattro anni di anzianità di servizio utile ai fini della pensione.
  • Almeno quattro anni di contribuzione versati presso la gestione competente.
  • Per i dipendenti, titolarità di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o di un contratto di lavoro a tempo determinato, purché di durata pari ad almeno tre anni e vigente per l’intero piano di ammortamento.

Quanto alle condizioni di rimborso, il tasso di interesse è fisso al 3,5% e la rata mensile non può eccedere la quinta parte della busta paga netta. A far aumentare il costo del prestito ci sono poi le spese di amministrazione, nella misura dello 0,5% e il premio per il Fondo Rischi Inps. Complessivamente il TAEG può arrivare anche al 13%. Ecco perché in molti preferiscono ricorrere alla comune cessione del quinto concessa da banche e società finanziarie.

Su scelta del cliente, il rimborso del prestito pluriennale Inps acquisto auto dura cinque o dieci anni, come stabilito dal Regolamento Inps prestiti pluriennali. A differenza di quanto accade con i piccoli prestiti Inps, infatti, i prestiti pluriennali Inps ex Inpdap possono essere esclusivamente quinquennali o decennali.

E la somma erogata? Il prestito pluriennale Inps dipendenti pubblici con finalità di acquisto auto prevede la concessione di un importo non superiore alla spesa preventivata o già sostenuta dal richiedente.

Cerchi un Prestito conveniente

per la tua Automobile?

Trova un Consulente

Prestito pluriennale Inps simulazione, domanda e confronto cessione del quinto

Il prestito pluriennale Inps acquisto auto viene concesso per autoveicoli intestati a:

  • il richiedente;
  • il coniuge del richiedente;
  • il convivente del richiedente unito stabilmente da legami affettivi e incluso nello stato di famiglia;
  • il partner cui il richiedente è legato tramite unione civile;
  • il figlio del richiedente, purché incluso nello stato di famiglia.

Il veicolo in questione può essere alimentato con carburanti tradizionali o avere un motore elettrico. Sono però escluse le auto d’epoca e le auto storiche.

Al momento della domanda prestito Inps, il dipendente pubblico deve produrre tutta una serie di documenti, seguendo le procedure di inoltro specificate dall’ente. Tra la documentazione richiesta ci sono:

  • stato di famiglia;
  • preventivo di spesa redatto dal concessionario.

E i tempi? Essendo un prestito pluriennale Inps ex Inpdap, il prestito pluriennale Inps acquisto auto prevede tempistiche di elaborazione piuttosto lunghe. Senza dubbio inaccettabili per chi ha bisogno di una rapida iniezione di liquidità. In particolare, l’ente previdenziale stabilisce in 75 giorni il termine massimo per le procedure amministrative Inps prestito. Sono molti perciò i lavoratori che, pur avendone diritto, scelgono di richiedere invece una comune cessione del quinto.

La ragione per cui i lavoratori pubblici tendono a preferire la comune cessione quinto però non è solo legata ai tempi. A fare la differenza è anche la convenienza dell’offerta Inps prestito pluriennale diretto: sul mercato si trovano facilmente cessioni del quinto a tassi più bassi e concessi in tempi più rapidi. Senza contare che la maggior parte degli istituti di credito concede anche oltre 50.000 euro con prodotti di questo genere.

Un raffronto tra la proposta Inps ex Inpdap e le offerte delle banche può essere realizzato velocemente sfruttando il servizio prestito pluriennale Inps simulazione presente sul sito Inps. Comunque per un confronto attendibile serve il supporto di un consulente creditizio specializzato.

Spesso un prestito in busta paga

è più conveniente, chiedi una simulazione!

Trova un Consulente

Versione beta

© 2021 TiPresto.it | Tutti i diritti riservati | TiPresto.it è un servizio offerto da Conclara Srl Startup Innovativa • Via Bruno Buozzi, 9 - 15121 Alessandria • P.IVA 02655200067

Conclara Srl, in qualità di fornitore di servizi informatici, mediante il sito TiPresto.it, offre a consumatori o aziende in cerca di un prodotto di credito (cd Utenti), la possibilità di entrare in contatto con professionisti del credito abilitati ad operare ed iscritti alla piattaforma (cd Oeratori). Gli Utenti avranno accesso a diversi moduli per tipologia di servizio, attraverso i quali è possibile inviare (gratuitamente e senza impegno), i propri dati per ricevere informazioni sul prodotto di interesse agli Operatori selezionati. Gli Operatori, riceveranno le informazioni raccolte nei moduli e potranno gestirle per entrare in contatto con gli Utenti fornendo loro consulenze, informazioni relative ai prodotti trattati, ed eventualmente preventivi sotto la propria responsabilità e nel pieno rispetto della normativa, mettendo a disposizione tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale per permettere la comprensione e le caratteristiche dei prodotti offerti. Ricordiamo che Conclara Srl non è un intermediario finanziario, un ente erogante o un operatore del credito pertanto non è responsabile dei rapporti che intercorrono tra Utenti ed Operatori.